Tunnelbana

Stockholm

La Tunnelbana è una delle metropolitane più belle al mondo. Si estende per un totale di 110 chilometri ed espone opere di oltre 150 artisti differenti.
La decisione di rendere la metropolitana di Stoccolma un enorme museo accessibile a tutta la popolazione si deve a due artiste, Vera Nilsson e Siri Derkert che, nel corso degli anni ’50, presentarono una mozione immediatamente approvata dal Consiglio cittadino.
In ben 90 delle 100 stazioni totali sono presenti dipinti, mosaici ed installazioni di varia natura: un’impresa grandiosa in cui sono stati coinvolti artisti da tutta Europa.
Le tre linee delle rete metropolitana di Stoccolma (blu, verde e rossa) si incrociano nella stazione T-Centralen. Diversi sono gli stili che si incontrano: dalle decorazioni a mosaico degli anni cinquanta fino all’imponente caverna della linea blu, che per la prima volta scendeva fino a decine di metri sotto terra. Qui l’artista Per Olof Ultvedt ha alternato motivi floreali, alle sagome dei lavoratori che negli anni ’70 hanno partecipato alla costruzione della metropolitana.
Nella stazione di Radhuset si è deciso di seguire i principi dell’architettura organica, le pareti sono state quindi ricoperte di calcestruzzo anziché da uno strato di cemento per non alterare il profilo della roccia. L’impressione è di entrare in una grotta in cui un’enorme colata di lava cade dal soffitto.
A Solna Centrum, invece, gli artisti hanno voluto rappresentare i pericoli per l’ambiente rurale derivanti dall’industrializzazione. Un intenso cielo di roccia color rosso fuoco sembra cadere sui binari mentre il profilo di un bosco attraversa l’intera lunghezza della parete per oltre mille metri.
Tunnelbana rappresenta l’arte vista come un diritto ed una ricchezza comune, cultura da condividere anche con il pubblico solitamente meno propenso ad entrare in un museo.