High Density Hong Kong

Hong Kong, con una superficie di 1.104 chilometri quadrati e una popolazione di 7 milioni di persone, è una delle aree più densamente popolate della Terra.

Stretta tra il porto e le montagne non ha terreni edificabili ma la rapida urbanizzazione richiede una necessaria espansione.

La città sale così verso l’alto nel tentativo di offrire alloggio ad un numero considerevole di persone in un nucleo compatto caratterizzato da una condizione urbana frenetica, stratificata e affollata.

L’effetto dell’alta densità di popolazione è duplice:

  • da un certo punto di vista può creare un utilizzo più efficiente del terreno ed è più conveniente nel fornire servizi e strutture per la collettività. Massimizza l’efficacia del trasporto pubblico riducendo al minimo la distanza tra i siti delle attività quotidiane e riduce i costi energetici e infrastrutturali;
  • dall’altro lato è spesso associata a patologie sociali e ad una cattiva qualità di vita.

E’ importante però fare una distinzione tra “densità” e “affollamento”. Infatti mentre il termine “densità” è usato per riferirsi alla limitazione fisica dello spazio, la parola “affollamento” indica la percezione psicologica reale della limitazione dello spazio. La patologia sociale è causata dallo stress e dal conflitto sociale dati dall’affollamento, ma l’elevata densità non porta necessariamente a una percezione di affollamento o stress. Molti studi hanno dimostrato che una parte sostanziale della popolazione urbana non ha visto l’alta densità come un problema in quanto molti residenti sono rifugiati e potrebbero aver subito peggiori condizioni di vita prima di trasferirsi a Hong Kong.

L’esperienza di Hong Kong dimostra che l’alta densità deve essere pianificata e gestita correttamente per evitare di compromettere la sanità pubblica e il benessere di tutta la popolazione urbana.